Cos’è un virtual data center? Scoprilo con le soluzioni Cisco UCS

Cosa significa Data Center?

Un Data Center (letteralmente tradotto Centro dati) è uno spazio fisico composto da server, storage, apparati di rete, cablaggi e armadi, sistemi di condizionamento. Tutti questi elementi compongono l’infrastruttura ICT (Information Communication Technology, tecnologia dell’informazione e della comunicazione)  che serve a supportare il business delle aziende.

  • Un data center di tipo fisico spesso richiede sistemi di alimentazione ridondanti, sistemi di raffreddamento, connessioni di rete e politiche di sicurezza, sia fisiche che logiche, per l’accesso ai sistemi.
  • A seconda delle dimensioni e delle esigenze tecnologiche dell’azienda, un data center può essere grande da pochi metri quadri oppure occupare diverse stanze, fino persino ad edifici interi.

Cloud Data Center: il Data Center virtuale

Un Cloud Data Center o Virtual Data Center (VDC), essendo appunto virtuale, possiede la qualità di utilizzare repository non fisiche, sfruttando la potenza e la scalabilità del cloud. Il VDC offre computing on-demand, storage e applicazioni, il tutto in modo trasparente agli utilizzatori finali. Con queste soluzioni non è più necessario acquistare, gestire e manutenere l’infrastruttura IT fisica.

In alcuni casi (soprattutto nel caso di aziende più piccole che generalmente non hanno servizi e processi particolarmente critici) i Virtual Data Center sostituiscono in toto i Data Center fisici delle aziende che prediligono la formula pay per use.

In altri casi (soprattutto nel caso di aziende più grandi) il Virtual Data Center diventa un prolungamento del data center aziendale, della sala dati che molte grandi imprese possiedono già al proprio interno, nel cloud di un fornitore esterno. Si parla in questo caso di Cloud Ibrido o Hybrid Cloud.

La capacità del VDC, sempre in virtù delle tecnologie di virtualizzazione, risulta flessibile ed elastica in rapporto alle esigenze di business di ciascuna organizzazione. Quindi la scalabilità dell’infrastruttura virtuale in funzione dell’incremento dei workload, o del verificarsi di picchi di esigenze di elaborazione nelle varie applicazioni e processi, può essere amministrata senza causare pesanti impatti sul controllo, sulle prestazioni o sull’affidabilità dell’infrastruttura stessa.

Cisco UCS (Unified Computing System)

Per rispondere a queste diverse esigenze, Cisco offre le soluzioni Cisco UCS (Unified Computing System) che trasformano il modo in cui le aziende conducono le proprie attività mediante l’automazione basata sulle policy e la standardizzazione dei processi IT.

Prima piattaforma data center unificata dell’industria, Cisco UCS combina server blade e rack con architettura x-86 e standard del settore, networking e gestione di classe enterprise, in un unico sistema. La configurazione del sistema è interamente programmabile utilizzando una gestione unificata e basata su modelli, in grado di semplificaree accelerare lo sviluppo di applicazioni e servizi di classe enterprise eseguiti in ambienti di cloud computing, bare-metal e virtualizzati. L’infrastruttura I/O unificata utilizza l’architettura Unified Fabric a bassa latenza e con larghezza di banda elevata per supportare il traffico di rete, di gestione e l’I/O di archiviazione.
La tecnologia Cisco FEX (Fabric Extender) collega direttamente Unified Fabric ai server e alle macchine virtuali, consentendo di migliorare le prestazioni, la sicurezza e la gestibilità.

UCS Manager di Cisco

Per la gestione unificata integrata di tutti i componenti software e hardware di Cisco è stato sviluppato un software di gestione, UCS Manager, che offre il controllo di molteplici chassis ed è in grado di gestire dati per numerose macchine virtuali. Inoltre, migliora l’efficienza operativa riducendo le spese di gestione ed amministrazione, incrementa la velocità, semplifica il funzionamento dei carichi di lavoro e migliora il controllo e la visibilità dei dati. La gestione dell’interfaccia unificata che integra accesso a server, rete e storage, permette, infine, il miglioramento della snellezza e dell’agilità del sistema.