Logo Maticmind

Pure Storage: le prestazioni dello storage locale con la semplicità di un public cloud

PureStorage: le prestazioni dello storage locale con la semplicità di un public cloud

Durante gli anni ’80 e ’90, nel pieno dell’innovazione informatica a livello globale, la richiesta in termini di storage da parte del mercato enterprise era focalizzata sulla quantità di memoria, non tanto sulle prestazioni. Negli anni pertanto, i vendor si sono concentrati sul cercare di aumentare (e velocemente) la capacità di memoria dei dischi rigidi. Le prestazioni però, non hanno subito la rosea evoluzione di cui invece ha beneficiato la quantità di memoria: di fatto, le prestazioni sono certamente aumentate negli anni, ma non in maniera abbastanza veloce da riuscire a rispondere alle esigenze delle aziende, che si sono fatte via via crescenti.

Il desiderio dell’intero mondo IT è sempre stato l’avere un sistema di storage agile da manutenere, molto veloce, facilmente scalabile e, ovviamente, cost-effective. Parte di questo desiderio è stato esaudito con le tecnologie flash: esse garantiscono prestazioni 10 volte più elevate rispetto ai dischi rigidi tradizionali, ad 1/10 del dispendio energetico. Tutte le aziende moderne stanno pertanto migrando a data center all-flash, che garantiscono prestazioni elevatissime e la possibilità quindi di rispondere alle esigenze odierne di scalabilità e velocità di deploy di nuove applicazioni.

Questa rivoluzione, decisamente positiva, non ha però risolto i problemi di gestione e complessità delle architetture storage. I responsabili IT hanno quindi cominciato ad utilizzare piattaforme di storage public cloud che eliminano qualunque complessità di gestione, seguendo il paradigma “as-a-Service“. Queste architetture risultano però molto costose, specialmente nel caso in cui la mole di dati sia ingente, e le prestazioni non possono essere paragonate a quelle di uno storage locale, oltre ad essere subordinate alla qualità e all’efficienza delle reti WAN.

Scarica la ricerca sui trend dell’ IT Transformation realizzata dal MIT Technology Review

che dimostra con casi reali come la tecnologia Flash Storage sia un asset strategico per le direzioni IT innovative.

Pure Storage: l’architettura per lo storage aziendale che unisce i vantaggi dei cloud pubblici a quelli dei sistemi di storage locali

Pure Storage è un’azienda americana nata con l’obiettivo di semplificare le infrastrutture informatiche e potenziarne l’efficacia sfruttando le più moderne tecnologie. Proponendo diverse soluzioni sia a livello hardware sia a livello software, Pure Storage è in grado di offrire alla tua azienda un sistema di storage locale (ma cloud-ready), configurabile e gestibile attraverso un’interfaccia utente del tutto analoga a quelle dei più comuni servizi di public cloud. In breve, potrai beneficiare delle massime prestazioni di un sistema di storage locale, ma con la semplicità di gestione tipica di un cloud pubblico, il tutto out-of-the-box.